Ospiti delle passate edizioni

515

Milena Agus. Nata a Genova da genitori sardi, vive a Cagliari dove insegna italiano e storia al Liceo. Autrice di cinque romanzi, Mentre dorme il pescecane (2005), Mal di pietre (2006), Ali di babbo (2008), La contessa di ricotta (2009), Sottosopra (2012) tutti editi in Italia da nottetempo e tradotti in più di venti lingue. Milena Agus ha ricevuto numerosi riconoscimenti letterari, tra i quali a New York il prestigioso Premio Zerilli-Marimò. Nel 2014, sempre per nottetempo, ha pubblicato con Luciana Castellina, Guardati dalla mia fame. Nella primavera del 2017 è uscito nelle sale italiane il film tratto da Mal di pietre con Marion Cotillard come attrice protagonista, in concorso al Festival di Cannes 2016.


AMICI DELLA MUSICA. Nata a Cagliari nel 1977, l’associazione svolge attività anche nelle altre province della Sardegna, con una stagione concertistica che comprende ogni anno più di trenta appuntamenti. Dal 1981 organizza il concorso Ennio Porrino, dedicato ora solo al pianoforte e diventato dal 1992 di livello internazionale. Dal 2007 il concorso è organizzato in coproduzione con il Teatro Lirico di Cagliari, collaborazione che ha aumentato notevolmente il prestigio della manifestazione.


329

Suad Amiry. Scrittrice e architetta palestinese, fondatrice e direttrice del Riwaq center for Architectural Conservation a Ramallah, dove risiede. Nata a Damasco da madre siriana e padre palestinese, è cresciuta tra Amman, Beirut e Il Cairo. Per Feltrinelli ha pubblicato nel 2016 il romanzo Damasco, preceduto da Golda ha dormito qui (2013), Murad (2009), Niente sesso in città (2007), Se questa è vita (2005) e Sharon e mia suocera (2003), questi ultimi due poi ripubblicati assieme nel 2007. Ha scritto e curato numerosi volumi sui differenti aspetti dell’architettura palestinese. Ha vinto il Premio internazionale Viareggio Versilia nel 2004 e il Premio Nonino Risit d’Aur nel 2014.


516

Michela Andreozzi. Attrice, regista, sceneggiatrice e conduttrice radiofonica. Allieva della scuola Holden, ha lavorato tra gli altri con Gigi Proietti, Leonardo Pieraccioni, Claudia Gerini, Luca Argentero e Carolina Crescentini. Nel 2017 ha diretto, scritto e interpretato il film Nove lune e mezza. Sposata con il regista e attore Max Vado, è non-madre e felice ed è autrice del libro Non me lo chiedete più. #childfree. La libertà di non volere figli e non sentirsi in colpa (HarperCollins, 2018).


493

Jeffrey Archer. Barone Archer di Weston-super-Mare, laureato a Oxford, candidato sindaco di Londra e membro del Parlamento europeo, è stato per venticinque anni deputato della Camera dei Lord. Scrittore e drammaturgo, autore di romanzi, raccolte di racconti, opere teatrali e saggi, con i suoi libri è regolarmente ai vertici delle classifiche dei bestseller in tutto il mondo. Vive tra Londra, Cambridge e Maiorca. Tradotto in 33 lingue, pubblicato in 97 paesi, ha venduto milioni e milioni di copie nel mondo. Solo il tempo lo dirà è il primo dei sette libri della saga dei Clifton, appena uscito in Italia per HarperCollins


543

CAROLA BENEDETTO. Indologa, autrice e regista. Ha pubblicato, fra gli altri, Storie di Avatār e altri Dei (Casa Editrice Laksmi, 2011) e La chiesa di San Sebastiano tra le Fiandre e le vie dei pellegrini (Editrice Artistica Piemontese, 2014) e La Terra non è mai sporca (add Editore, 2018). Ha curato la postfazione de La sobrietà felice di Pierre Rabhi (add Editore, 2013). Con Igor Piumetti, è regista di Pierre Rabhi. Il mio corpo è la terra (distribuzione Satellite Libri, 2012), il primo documentario italiano dedicato a Pierre Rabhi e presentato nel 2013 al Festival Cinemambiente di Torino. Con Value-Editoria Universitaria ha pubblicato Il Mahabharata cinematografico di Peter Brook (2015). Attualmente insegna Storia delle religioni orientali presso l’ISSR di Alessandria.


442

Vito Biolchini. Giornalista professionista, negli ultimi venticinque anni ha maturato significative esperienze nell'ambito del giornalismo, della comunicazione, dell'organizzazione culturale (è stato l'ideatore della manifestazione Cagliari Monumenti Aperti) e della scrittura teatrale. Per le frequenze sarde della Rai è la voce di Mediterradio, la trasmissione settimanale che unisce le isole di Sardegna, Corsica e Sicilia. Insieme ad Elio Turno Arthemalle conduce la popolare trasmissione Buongiorno Cagliari in onda su Radio X. Tiene anche un blog sui temi della politica e della cultura in Sardegna (www.vitobiolchini.it). È laureato in Scienze della Comunicazione all’Università di Cagliari, corso per il quale tiene un Laboratorio di Scrittura.


496

Massimiano Bucchi. Professore di Scienza, Tecnologia e Società all’Università di Trento, è stato visiting professor in Asia, Europa, Nord America e Oceania. È autore di una decina di libri pubblicati in oltre venti paesi e di saggi in riviste internazionali quali Nature e Science. Tra i suoi libri più recenti, Per un pugno di idee. Storie di innovazioni che hanno cambiato la nostra vita (Bompiani, 2016) e Come vincere un Nobel (Einaudi, 2017). Scrive di scienza e tecnologia per quotidiani Repubblica, La Stampa e collabora con la trasmissione televisiva Superquark condotta da Piero Angela.


477

Francesco Cancellato. Laureato in economia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, dirige Linkiesta da dicembre 2014, dopo aver lavorato come ricercatore economico per dieci anni presso il Consorzio Aaster, diretto da Aldo Bonomi. Nel 2010 lavora a Shanghai al Padiglione italiano di Expo 2010. Nel settembre del 2013 è tra i fondatori del think tank The Italians. È opinionista in numerose trasmissioni televisive e radiofoniche e tra le sue ultime pubblicazioni Né sfruttati né bamboccioni. Risolvere la questione generazionale per salvare l’Italia (Egea, 2018).


517

Luciana Ciliento. Traduttrice e interprete. Ha fatto da interprete a Jean-Claude Carrière, Pierre Rabhi, Maurice Roucel, Atiq Rahimi, Nahal Tajadod e Laurent van Kote (delegato del Ministero Francese per la danza). Ha tradotto il dvd Pierre Rabhi. Il mio corpo è la terra (distribuzione Satellite Libri, 2012), curandone anche la produzione editoriale. Dal 2013, traduce i testi teatrali messi in scena dal Gruppo del Cerchio nel Regno Unito. Autrice di La Terra non è mai sporca (add Editore, 2018).


497

Eugenio Coccia. Professore ordinario di Fisica delle interazioni fondamentali e rettore della scuola universitaria superiore Gran Sasso Science Institute all’Aquila. È uno degli autori della scoperta delle onde gravitazionali e dell’osservazione dei buchi neri. Allievo di Edoardo Amaldi, ha diretto esperimenti per la ricerca delle onde gravitazionali al CERN di Ginevra e ai laboratori INFN di Frascati. È stato per molti anni direttore dei Laboratori INFN del Gran Sasso. Nel 2015 stato eletto membro honoris causa della Academia Europaea.


498

Giulia Cogoli. Laureata in Scienze Politiche, con la sua società Giulia Cogoli Comunicazione si occupa dal 2001 di comunicazione in ambito culturale-editoriale. È stata ideatrice e direttrice delle prime dieci edizioni del Festival della Mente di Sarzana (2004-2013). Ha ideato il festival Il senso del ridicolo di Livorno, ha ideato e dirige il festival di antropologia culturale Pistoia - Dialoghi sull’uomo. Fa parte del comitato scientifico del Festival della Dignità Umana. Fra le collane editoriali ideate e dirette i Libri del Festival della Mente (Laterza), le collane di studi scientifici sui festival ed eventi culturali italiani Strumenti per la Fondazione Carispezia e Approfondimenti per la Fondazione Caript, la serie Dialoghi sull’uomo (UTET) e la serie Approfondimenti per la Fondazione Caript. Ha curato mostre fotografiche fra cui In festa di Gianni Berengo Gardin (2017), Dove nascono le idee. Luoghi e volti del pensiero nelle foto Magnum con Davide Daninos (2018), tutte con catalogo (Contrasto).


472

Giorgio Coricelli. È professore associato di Economia e Psicologia presso la University of Southern California di Los Angeles e responsabile del progetto Transfer Learning within and between brains presso il Centro Mente e Cervello CIMeC dell’Università di Trento. I suoi interessi di ricerca includono la neuroeconomia, l’economia sperimentale e la teoria dei giochi. Ha pubblicato numerosi articoli su riviste internazionali, ricevendo numerosi premi e riconoscimenti È membro del comitato direttivo della Society for Neuroeconomics e ha vinto fondi per la ricerca a livello internazionale, l'ultimo un ERC-Consolidator Grant. Tra le sue ultime pubblicazioni, Neurofinanza. Le basi neuronali delle scelte finanziarie (Egea, 2017), di cui è coautore con Duccio Martelli.


499

Alex Corlazzoli. Giornalista, maestro, scrittore, viaggiatore. Ha operato per dieci anni in carcere fondando il giornale Uomini Liberi. Ha fondato l’associazione L’Aquilone che si occupa di integrazione dei migranti. Scrive per Il Fatto Quotidiano dove tiene anche un blog, e per Altreconomia, Focus Junior, Donna Moderna e Che Futuro! Startup Italia. Cura le rubriche Dietro la lavagna su Radio Popolare e La Scuola Buona a Radio24 oltre alla rubrica Per chi suona la campanella? in onda su Rai1. Con il cantautore Luca Bassanese ha dato vita allo spettacolo teatrale La scuola siamo noi. Tra le sue ultime pubblicazioni #lacattivascuola. Un’inchiesta senza peli sulla lingua (Jaka Book, 2015), Sai maestro che… da grande voglio fare il premier (add Edizioni, 2015) scritto con un suo ex alunno, 1992. Sulle strade di Falcone e Borsellino (Melampo, 2017).


50

Carlo D'Amicis. Autore e conduttore di Fahrenheit, Radio 3 e autore di Quante Storie in onda su Rai Tre, vive e lavora a Roma. Ha pubblicato diversi romanzi, tra i quali La Battuta Perfetta (Minimum Fax, premio Parole d'Autore 2011) e La Guerra dei Cafoni, (Minimum Fax, 2017), da cui è stato tratto l'omonimo film finalista al David di Donatello per la migliore sceneggiatura non originale. Il suo ultimo romanzo Il gioco (Mondadori, 2018) è candidato al Premio Strega.


478

Hugo De Greef. Regista teatrale, è stato il Direttore Artistico della Capitale della Cultura Europea Bruxelles 2000. Tra altri, è stato co-fondatore di Europe for Festivals| Festivals for Europe, dell’Atelier for Young Festival Managers e della Festival Academy. Negli anni passati ha ricoperto vari ruoli: Segretario Generale dell’European Festival Association-EFA, consigliere International Cultural Policy del Ministero della Cultura, membro del Consiglio A soul for Europe. È co-fondatore e attuale Presidente di De School van Gaasbeek per artisti dello spettacolo e la Herman Teirlinck House per autori e commediografi.


61

Michele De Mieri. Giornalista, autore radiotelevisivo e critico letterario. Ha lavorato ai programmi culturali di Mediaset e Rai. Per Radio 3 dal 2001 è coautore di Fahrenheit e da quest’anno di Tutta l’umanità ne parla. Ha scritto per Tuttolibri, per Leggere, per Diario della settimana, D di La Repubblica, L’Espresso e L’Unità. Attualmente scrive per il supplemento culturale de Il Sole 24 OreDa nove anni è uno degli organizzatori a Roma, presso l’Auditorium Parco della Musica, di Libri come, festival del libro e della lettura. È autore dei programmi Rai I grandi della Letteratura Italiana, del Viaggio nell’Italia del Giro e di Provincia Capitale.

 


349

Daniel C. Dennett. Filosofo e logico statunitense, è studioso delle scienze cognitive ed è codirettore del Centre for Cognitive Studies presso l’Università Tufts di Boston, dove insegna dal 1971. È stato visiting professor presso le Università di Harvard, Pittsburgh, Oxford, all’ École Normale Supérieure di Parigi, alla London School of Economics e presso l’Università Americana di Beirut. È autore di più di 400 articoli di divulgazione sulla mente e i suoi vari aspetti che sono stati pubblicati in diverse testate giornalistiche. Per l’editore Cortina è in uscita il suo libro Dai batteri a Bach. Come evolve la mente.


518

Adele Diamond. Statunitense, è professore di Neuroscienze cognitive dello sviluppo presso l'Università della British Columbia di Vancouver. PhD e membro della Royal Society of Chemistry, è stata nominata come una delle 2000 donne eccellenti del XX secolo ed è stata riconosciuta come una dei quindici neuroscienziati viventi più influenti. È specializzata nelle abilità umane più complesse e le sue scoperte hanno prodotto avanzamenti nelle terapie dei disturbi medici e hanno avuto un impatto notevole sull'istruzione in tutto il mondo.


519

Martin Michael Driessen. Scrittore e drammaturgo olandese, regista di opere e spettacoli teatrali, ha debuttato nel 1999 con il romanzo Gars, seguito nel 2012 da Vader van God (Padre di Dio) e nel 2013 da Een ware held, tutti acclamati dalla stampa e nominati per diversi premi letterari. Le sue opere sono state tradotte in italiano, tedesco e ungherese. Il suo romanzo Lizzie, pubblicato nel 2015, è stato scritto insieme al poeta Liesbeth Lagemaat. Nel 2016 il romanzo Rivers ha vinto il Premio Letterario ECI. Il romanzo The Pelican è stato selezionato per il Premio Letterario Libris. Nel 2015 Padre di Dio è stato tradotto e pubblicato in Italia da Del Vecchio.

 

 


232

Fulvio Ervas. Scrittore, ha esordito nel 2001 con il romanzo La lotteria che vince il Premio Calvino. Seguiranno Commesse di Treviso (2006), Succulente (2007), Pinguini arrosto (2008), Buffalo Bill a Venezia (2009), Finché c’è prosecco c’è speranza (2011), L’amore è idrosolubile (2011), Si fa presto a dire Adriatico (2013), tutti editi da Marcos y Marcos. Se ti abbraccio non aver paura (2012) parla di autismo, è stato tradotto in nove lingue dominando a lungo le classifiche dei libri più venduti e il regista Gabriele Salvatores lo sta trasformando in un film. Marcos y Marcos ha pubblicato anche Follia docente (2009), Tu non tacere (2015) e Pericolo giallo (2016). Il suo ultimo libro Nonnitudine (2017) racconta dell’arte di invecchiare e dello sguardo verso la vita che rinasce.


479

Bernard Faivre d’Arcier. Alto funzionario presso il Ministero Francese della Cultura, è stato capo del dipartimento delle arti e dello spettacolo e consigliere culturale per il primo ministro francese. Ha dato vita ad ARTE, canale televisivo franco-tedesco. È stato direttore del festival di Avignone per 16 anni. Attualmente è presidente della Biennale di Lione, del Festival dei giardini del castello di Chaumont-sur-Loire e della Compagnia di danza Carolyn Carson.


469

Adriano Favole. Vice direttore per la ricerca presso il Dipartimento di Culture, Politica e Società dell’Università di Torino, ateneo in cui insegna Antropologia culturale, Cultura e potere e Etnologia dell’Oceania. Ha insegnato presso le Università di Milano, Genova e Bologna e in Nuova Caledonia. Ha viaggiato e compiuto ricerche a Futuna (Polinesia occidentale), in Nuova Caledonia, a Vanuatu, in Australia e a La Rèunion (Oceano Indiano). I suoi ambiti di ricerca principali sono l’antropologia politica, l’antropologia del corpo e l’antropologia del patrimonio. Collabora con La lettura del Corriere della Sera. Tra le sue ultime pubblicazioni Oceania. Isole di creatività culturale (Editori Laterza, 2010), La bussola dell’antropologo (Editori Laterza, 2015), Vie di fuga. Otto passi per uscire dalla propria cultura (UTET, Dialoghi sull’uomo, 2018).

 


502

Emanuele Felice. Professore associato di Economia presso l’Università D’Annunzio di Chieti-Pescara. Dal 2010 al 2015 è stato professore di Storia economica presso l’Università Autonoma di Barcellona. Ha preso parte come relatore a conferenze e seminari, in quattro continenti e in alcune delle più prestigiose università al mondo. Fra i suoi libri Perché il Sud è rimasto indietro (Il Mulino, 2013 e 2016, Premio Sele d’oro e Premio Fontamara Ignazio Silone), Ascesa e declino. Storia economica d’Italia (Il Mulino, 2015, Premio nazionale di cultura Benedetto Croce e Premio dell’Associazione per il progresso economico), Storia economica della felicità (Il Mulino, 2017). È attualmente editorialista di Repubblica (già per La Stampa).


473

Mylene Fernández Pintado. Avvocato di formazione. Ha pubblicato romanzi e racconti, tradotti in molte lingue, vincitori e finalisti di premi prestigiosi in Europa, negli Stati Uniti e in America Latina. Della sua famiglia d’origine, dopo la scomparsa dei genitori, é l’unica a essere rimasta a Cuba.Sentinella letteraria, la definisce, in effetti, la los Angeles Review of Books : depositaria delle storie della sua isola, storie di perdita, di desiderio e d’appartenenza. Riconosciuta nel mondo per la sua capacitá di ritrarre con luciditá e umorismo la Cuba contemporanea e la vita dei cubani in esilio. In Italia ha pubblicato il romanzo Altre preghiere esaudite, (Marco Tropea Editore), e racconti in varie antologie. Vive tra L’Avana e Lugano.


520

Clare Fisher. Nata a Londra, ha studiato storia a Oxford prima di essere folgorata dalla passione per la narrativa. Ha completato la formazione accademica in scrittura creativa e ora vive a Leeds. Attenta osservatrice delle diverse aree del sud di Londra dove è cresciuta, cerca di riproporre nella sua scrittura, le difficoltà sociali e la vulnerabilità delle donne e delle ragazze. Il suo romanzo d'esordio Di tutte le cose buone (HarperCollins, 2018) ne è la perfetta testimonianza.


Fondazione Giovanni Agnelli. È un istituto indipendente di cultura e di ricerca nel campo delle scienze umane e sociali fondato nel 1966 in occasione del centenario della nascita del fondatore della Fiat Giovanni Agnelli. La Fondazione ha sede a Torino e dalla sua nascita è presente nel dibattito culturale italiano ed europeo con la finalità di contribuire con le proprie ricerche alla comprensione dei cambiamenti della società. A partire dal 2008 la Fondazione ha scelto di concentrare le proprie attività di ricerca sui temi dell’education (scuola, università, lifelong learning).


474

András Forgách. Insegna all'Accademia teatrale e cinematografica di Budapest ed è autore di sceneggiature cinematografiche. Drammaturgo, i suoi lavori e le sue traduzioni di lavori classici e moderni sono stati messi in scena in diversi teatri, anche con la sua regia. Ha collaborato a numerosi film di Péter Forgács. Ha pubblicato il suo primo romanzo Chi non c'è, nel 1999. Nel marzo di quest'anno è uscito per Neri Pozza Gli atti di mia madre, ad aprile in inglese No Live Files Remain (Scribner). Il libro verrà pubblicato presto in quattordici paesi.


480

Enrico Galiano. Insegnante in una scuola di periferia, ha creato la webserie Cose da prof, che ha superato i venti milioni di visualizzazioni su Facebook. Ha dato il via al movimento dei #poeteppisti, flash mob di studenti che imbrattano le città di poesie. Nel 2015 è stato inserito nella lista dei cento migliori insegnanti d’Italia dal sito Masterprof.it. Il suo romanzo d’esordio, Eppure cadiamo felici (Garzanti) è stato il libro rivelazione del 2017. Tutta la vita che vuoi è invece la sua nuova opera, uscita ad aprile sempre per Garzanti.


541

Luigi Gallo. Deputato del Movimento Cinquestelle alla seconda legislatura, è firmatario di tante leggi sulla ricerca, il diritto allo studio, la didattica innovativa, la difesa dei docenti e la scuola pubblica. Con Paolo Mottana è autore del libro Educazione diffusa. Per salvare il mondo e i bambini (Dissensi, 2017).


522

Franco Garelli. Professore ordinario di Sociologia dei processi culturali presso l’Università di Torino, dove si è formato alla scuola di Luciano Gallino. È membro ed è stato nel consiglio direttivo dell’International Society for the Sociology of Religion ed ha coordinato per vari anni la sezione Sociologia delle religioni dell’AIS, l’associazione dei sociologi italiani. È stato visiting professor presso alcune università americane e presso l’Ecole pratique des hautes études di Parigi. Tra le sue pubblicazioni più recenti Religione all’italiana. L’anima del paese messa a nudo (il Mulino, 2011), Famiglie (Dehoniane, 2015), Piccoli atei crescono. Davvero una generazione senza Dio? (Il Mulino 2016) e Educazione (Il Mulino, 2017).


355

Andrea Gavosto. Dal 2008 è Direttore della Fondazione Giovanni Agnelli, in questo periodo specializzata nella ricerca su istruzione e formazione, pubblicando regolari rapporti sullo stato della scuola e dell'università in Italia. È stato Chief Economist del Gruppo Fiat e di Telecom Italia e ha lavorato presso il Servizio Studi della Banca d'Italia. Ha studiato all'Università di Torino e alla London School of Economics; è stato visiting fellow del National Bureau of Economic Research. È autore di molteplici pubblicazioni scientifiche nel campo della macroeconomia e dell'economia del lavoro.


503

Andrea Gessner. È nato a Milano e ha studiato a Venezia. Nel 2002, insieme a Ginevra Bompiani, Roberta Einaudi e altri, ha fondato la casa editrice nottetempo e nel 2016 ne ha assunto la direzione. Nel 2015, a Milano, con un gruppo di amici ha aperto la libreria indipendente Verso.


523

Simone Ghezzi. Professore associato presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell'Università di Milano-Bicocca dove insegna Antropologia economica, Antropologia sociale e culturale, Globalizzazione e sviluppo locale. Ha conseguito il master e il dottorato in Antropologia sociale e culturale presso la University of Toronto ed ha svolto ricerche sull'economia informale, sulle imprese familiari e sulla parentela in contesti urbani e recentemente sulla produzione artigianale del mobile d'arte.


524

Almudena Grandes. Scrittrice spagnola, ha fatto il suo esordio nel 1989 con il libro Le età di Lulù. Da allora, il plauso dei lettori e della critica non ha mai smesso di accompagnarla. I suoi romanzi Ti chiamerò VenerdìMalena, un nome da tangoAtlante di geografia umanaGli anni difficiliTroppo amoreCuore di ghiaccioI baci sul pane, insieme alle raccolte di racconti Modelli di donna e Il ragazzo che apriva la fila (tutti editi da Guanda) l’hanno fatta divenire uno dei nomi di maggiore fama internazionale nella letteratura spagnola contemporanea. Con Inés e l’allegria ha inaugurato nel 2011 la serie Episodi di una Guerra Interminabile alla quale appartengono Il ragazzo che leggeva Verne e I tre matrimoni di Manolita. Il suo nuovo romanzo, I pazienti del dottor García, è appena uscito in Italia edito da Guanda.


504

Gabriella Greison. Fisica, scrittrice e monologhista a teatro. Racconta il lato umano dei fisici del XX secolo che hanno cambiato il mondo. Ha creato a Milano il primo Festival della Fisica in Italia ed è in libreria con il suo ultimo romanzo Hotel Copenaghen (Salani, 2018).


525

Hakan Günday. Scrittore, sceneggiatore e drammaturgo turco. I suoi romanzi sono stati tradotti in più di venti lingue ed è membro del PEN International Writers Circle. Tra i suoi romanzi Varn’mourn and Chaira (2000), Garfish (2002), Bastard (2003), Dismissal (2007) e Loss (2009) che ha vinto il Prix France-Turquie nel 2014. The Few (2011), eletto miglior libro dell’anno in Turchia, e More (2013) vincitore del Prix Médicis Etranger nel 2015, sono stati pubblicati in Italia da Marcos y Marcos con i titoli A con Zeta (2015) e Ancóra (2016).


526

Judith Hermann. Giornalista e scrittrice tedesca, è nata e cresciuta a Berlino nella parte occidentale della città per poi trasferirsi nella parte orientale, nella Repubblica Democratica Tedesca. Laureata in Filosofia, insegna presso l’Accademia delle Belle Arti di Berlino dal 1997 e ha cominciato a scrivere racconti negli Stati Uniti. Le sue raccolte di racconti sono state accolte favorevolmente da critica e pubblico in molti paesi europei. In Italia ha appena pubblicato per L’Orma il romanzo “L’amore all’inizio”.


IefcosTre. L'Istituto Europeo di Formazione, Consulenza Sistemica e Terapia Relazionale realizza i propri interventi formativi attraverso corsi di formazione, workshop, master biennali, training quadriennali alla psicoterapia sistemico relazionale, volti al sostegno psicologico alle famiglie, ai gruppi e ai sistemi sociali. Iefcostre ha sede a Cagliari ed è un istituto di formazione privato riconosciuto e accreditato dal Miur.


528

Radhika Jha. Scrittrice indiana, dopo gli studi in antropologia e scienze politiche ha lavorato per Hindustan Times, BusinessWorld e la Fondazione Rajiv Gandhi, dove ha dato origine al progetto Interact per l'educazione dei figli delle vittime di terrorismo in diverse zone geografiche dell'India. Ha conosciuto diverse realtà culturali vivendo sei anni a Tokyo, poi a Pechino e ora ad Atene. Le sue storie sono state pubblicate in diversi giornali e riviste. La sua ultima pubblicazione è Confessioni di una vittima dello shopping (Sellerio, 2014), preceduta da L’odore del mondo (Neri Pozza, 2009) e Il dono della dea (Neri Pozza 2009).


505

Roberto Keller. Ha fondato nel 2005 e da allora dirige la casa editrice Keller che sin dalla sua nascita si occupa esclusivamente di traduzioni, riguardanti la scena letteraria e i reportage dell'Europa centro-orientale e per la letteratura europea in generale. Nel 2009, a seguito del Premio Nobel per la letteratura a Herta Müller, ha ricevuto il Premio speciale Città di Fiesole. Nel 2015 la Keller ha ottenuto il Premio Lo Straniero.


359

Filippo La Porta. Critico e saggista, collabora a quotidiani e riviste, tra cui il Domenicale del Sole 24 Ore, Il Messaggero, l’Espresso. Tra i suoi libri La nuova narrativa italiana (Bollati Boringhieri, 1995), Maestri irregolari (Bollati Boringhieri, 2007), Dizionario della critica militante (con Giuseppe Leonelli, Bompiani 2007), Meno letteratura, per favore (Bollati Boringhieri, 2010), Un’idea dell’Italia. La cronaca nazionale nei libri (Aragno, 2012), Pasolini (Il Mulino, 2012), Poesia come esperienza. Una formazione nei versi (Fazi 2013), Roma è una bugia (Laterza, 2014), Indaffarati (Bompiani, 2016), Il bene e gli altri. Dante e un’etica per il terzo millennio (Bompiani, 2018), Saggisti italiani del Novecento in Storia della letteratura italiana (Treccani, 2018).


Legambiente. Nata nel 1980, l’associazione ha fatto dell’ambientalismo scientifico il suo tratto distintivo. Questo approccio, capace di indicare percorsi alternativi concreti e realizzabili, unito a un costante lavoro di informazione, sensibilizzazione e coinvolgimento dei cittadini, ha garantito il profondo radicamento di Legambiente nella società fino a farne l’organizzazione ambientalista con la diffusione più capillare sul territorio.


530

Francesco Libetta. Pianista, compositore e direttore d’orchestra, si è interessato a diversi aspetti del pianismo, come il ciclo completo delle Sonate di Beethoven, l’integrale degli Studi di Godowsky sugli Studi di Chopin, l’integrale dell’opera pianistica di Chopin. Ha inoltre registrato l’integrale dell’opera per tastiera di Händel, e numerosi lavori di Schumann, Debussy, Mozart, Liszt, Brahms, Respighi Sgambati, Stravinsky, Ravel. All’attività concertistica affianca quella di organizzatore culturale, con l’associazione Nireo di Lecce di cui è fondatore e presidente. Ha pubblicato numerosi saggi su svariati soggetti, incluse tematiche di storia ed estetica, ricostruzioni di madrigali rinascimentali e scritti sulla vita culturale operistica di fine Settecento.


540

Francesco Librizzi. Si occupa di architettura, interni, allestimenti e design del prodotto, operando un lavoro di ricerca costante sui tratti essenziali dello spazio. Significativi in tal senso il Padiglione Italia alla XII Biennale di Architettura di Venezia nel 2010, l’installazione D1 per la XXI Triennale, alcuni interni come Casa G, cover project di Abitare 538. Dopo una collaborazione come designer, da quest’anno è art director di FontanaArte


482

Vittorio Lingiardi. Psichiatra e psicoanalista, professore ordinario di Psicologia dinamica alla Facoltà di Medicina e Psicologia della Sapienza Università di Roma. Coordinatore scientifico e curatore, con Nancy McWilliams, del Psychodynamic Diagnostic Manual, PDM-2, Guilford Press, 2017; Raffaello Cortina, (2018). I suoi ultimi libri sono: Mindscapes. Psiche e paesaggio, Raffaello Cortina, (2017) e Citizen gay. Affetti e diritti, il Saggiatore, 2016, 3a ed. aggiornata. Per nottetempo edizioni ha pubblicato due raccolte di poesie: La confusione è precisa in amore (2012) e Alterazioni del ritmo (2015). Per Raffaello Cortina dirige la collana Psichiatria Psicoterapia Neuroscienze. Collabora all’inserto culturale Domenica del Sole 24 Ore, al quotidiano la Repubblica e al Venerdi di Repubblica, dove tiene la rubrica settimanale Psycho.


506

Fabio Manca. Vice caporedattore al quotidiano L’Unione Sarda, lavora nella redazione Politica ed Economia dove si occupa prevalentemente di politica economica. In passato ha diretto la cronaca di Cagliari e si è occupato molto spesso di sociale. La sua carriera professionale comprende, tra le altre esperienze, tre anni nella redazione dell’emittente televisiva Sardegna Uno e altrettanti in quella di Videolina.


507

Mariarosa Mancuso. Scrive di cinema, di libri e di serie tv su Il Foglio. Parla di libri alla Radio Svizzera. Ha pubblicato da Rizzoli Nuovo cinema Mancuso (2010).


532

Carlo Mannoni. Direttore generale della Fondazione di Sardegna. Laureato in Economia e commercio, dal 2001 al 2015 ha lavorato in Tiscali dove ha ricoperto vari incarichi nell’ambito delle attività di sviluppo e pianificazione strategica. Dal 2006 si è occupato di affari pubblici e regolamentari e dal 2012 ha ampliato il suo raggio di attività in ambito internazionale. Membro dal 1999 del Consiglio per le relazioni tra Italia e Stati Uniti Young Leaders Program e dal 2005 del Marshall Memorial Fellowship Program, è stato dal 2009  al 2011 componente del comitato direttivo dell’Associazione Italiana Internet Providers.


508

Cecilia Maria Marchisio. Psicologa psicoterapeuta, è il responsabile scientifico del Centro studi per i diritti e la vita indipendente dell’Università di Torino. Si occupa di percorsi di attuazione della Convezione Onu per i diritti delle persone con disabilità con particolare attenzione alla capacitazione delle famiglie e alle associazioni. Tra le pubblicazioni principali Costruire futuro. Ripensare il dopo di noi con l’officina della vita indipendente (Erickson, 2017).


509

Paolo Mastino. Giornalista professionista, laureato in Scienze della Comunicazione e Giornalismo, è un capo servizio della sede Rai di Cagliari dove lavora dal 2008. Ha realizzato numerosi servizi e dirette tv per le principali testate nazionali Rai e per la rubrica Medicina 33. È uno dei coordinatori della trasmissione Buongiorno Regione. Fa parte del consiglio regionale dell’Ordine dei Giornalisti ed è membro del direttivo regionale dell’Ussi. È uno dei promotori del Comitato #18Undici che ha raccolto fondi destinati alle popolazioni colpite dall’alluvione che ha devastato la Sardegna nel 2013.


492

Stefano Mauri. Presidente e AD del Gruppo editoriale Mauri Spagnol e Vice presidente di Messaggerie Italiane. Laureato in Lettere, ha conseguito a New York un Master of Science in Publishing. Oggi è Presidente e Amministratore delegato di GeMS. Ideatore del torneo letterario “Io Scrittore”. Presidente e cofondatore di Edigita, il principale distributore nazionale di ebook in italiano. E’ rappresentante italiano dell’Associazione Italiana Editori alla Federazione degli Editori Europei e membro del comitato organizzatore della Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri. Nel 2012 gli è stata conferita l’onorificenza di Cavaliere al Merito del Lavoro.


547

Andrea Melis. Grafico, videomaker e scrittore, ha pubblicato racconti noir per riviste e quotidiani nazionali e stranieri. Tra i membri fondatori del Collettivo Sabot, ha firmato romanzi insieme ad autori come Massimo Carlotto e Francesco Abate, tra cui Perdas de Fogu (E/O, 2008). La sua prima opera in poesia, #Bisogni, una selezione di versi autoprodotta in mille copie grazie a una campagna di crowdfunding, è andata esaurita in poco più di un mese. Il suo nuovo libro in versi “Piccole tracce di vita” è appena uscito per Feltrinelli.


533

Marco Meloni. Avvocato e dottore di ricerca in Diritto dell’Unione Europea, dirige la Scuola di Politiche fondata da Enrico Letta. Ha diretto l’ufficio studi dell’Arel, l’agenzia di ricerca e legislazione fondata da Nino Andreatta, e ha curato i volumi Il costo dell’ignoranza (con Giliberto Capano, Il Mulino, 2013) e Otto lezioni sul mondo (Il Mulino, 2017). Dal 2006 al 2013 è stato consigliere regionale della Sardegna e dal 2013 a 2018 deputato al Parlamento. Dal 2016 è presidente del Centro Universitario Sportivo di Cagliari.


549

Massimiliano Messina. Giornalista e scrittore, è direttore responsabile del sito Spettacolosardegna.it. Appassionato di poesia e teatro, ha pubblicato due raccolte di versi e curato la drammaturgia di alcuni spettacoli per la compagnia Il Crogiuolo. Ha scritto i testi de I semi della pace nel cielo della poesia, volume dedicato a un ciclo di opere dello scultore Pinuccio Sciola. È direttore della collana di poesia Sogninversi della casa editrice DreamBook di Pisa ed è stato tra i fondatori dell’associazione Ipogeo, che ha ideato la manifestazione Monumenti Aperti, organizzata e coordinata dall’associazione Imago Mundi Onlus, di cui è vicepresidente.


368

Luca Molinari. Critico, curatore e professore associato di Storia dell’Architettura Contemporanea presso SUN, Seconda Università degli Studi di Napoli. Scrive come autore indipendente per numerose riviste e quotidiani, oltre a tenere la Cronaca di Architettura del settimanale L'Espresso. È membro del Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici. Ha curato il Padiglione Italiano alla XII Mostra Internazionale di Architettura e le sezioni architettura e urbanistica della Triennale di Milano (2001-2004), oltre a una serie di mostre ed eventi dedicati alle mutevoli forme dell'abitare contemporaneo.


544

Maria Antonietta Mongiu. Archeologa, ha collaborato con il Mibact e le Università di Sassari e di Cagliari e ha insegnato a lungo al Liceo Siotto di Cagliari. Nel 2006 ha fatto parte della Commissione Regionale per il Paesaggio e tra il 2007 e 2009 è stata assessora regionale alla Pubblica Istruzione e Beni Culturali. Nel triennio 20014-2017 è stata presidente regionale del FAI. Coordina il comitato scientifico del Comitato per l’inserimento dell’insularità in Costituzione e presiede il comitato scientifico dell’associazione Paesaggio Gramsci. Da decenni è impegnata nella difesa dell’ambiente e del paesaggio della Sardegna e dei suoi beni culturali tra cui in particolare l’Anfiteatro romano e l’area storico-monumentale di Tuvixeddu a Cagliari. È responsabile della rivista on line www.sardegnasoprattutto.com.


548

Raoul Moretti. Arpista italo-svizzero, da anni si distingue per l’approccio sperimentale e originale allo strumento, sviluppando un percorso artistico internazionale e portando la sua arpa elettrica in differenti mondi musicali ed in altre forme di arte e in ambienti variegatissimi. Oggi è uno degli arpisti più richiesti per l’uso dell’arpa elettrica ed elettronica. Ha suonato in importanti festival internazionali ed è ideatore e direttore artistico del festival internazionale Arpe del Mondo.


539

Giampiero Mughini. Giornalista, ha raccontato le vicende politiche e sociali del nostro paese nei libri Compagni, addio (Mondandori,1987), Gli anni della peggio gioventù (Mondadori, 2009) e Addio gran secolo dei nostri vent'anni (Bompiani, 2012). Dalla fine degli anni ottanta si è distinto come opinionista sul piccolo schermo, a partire dallo storico salotto del Maurizio Costanzo Show. Ha pubblicato da ultimi La stanza dei libri. Come vivere felici senza Facebook Instagram e followers (Bompiani, 2016), Sempre una gran signora. Lettere d'amore alla Juventus (Mondadori, 2017), e i recenti Che profumo quei libri. La biblioteca ideale di un figlio del Novecento (Bompiani, 2018) e Era di maggio. Cronache di uno psicodramma (Marsilio, 2018), dedicato al movimento del ‘68.


487

Alessandro Muroni.  Musicista, compositore e direttore artistico del gruppo Charme de Caroline, attivo in ambito musicale e teatrale.  Ha al suo attivo varie collaborazioni, con Senio Dattena, Maria Loi, Marta Proietti Orzella, Monica Zuncheddu, Felice Montervino, Alessandra Leo e Rita Atzeri. Ha composto musiche e canzoni per diversi spettacoli fra i quali Maria di Eltili, scritto da Bepi Vigna. Con Felice Montervino ha portato in scena Amianto, reading in musica tratto dal romanzo di Alberto Prunetti All’ombra della pensilina, pubblicato nel 2016 da Arkadia Editore, indaga con poesia e delicatezza il mondo dell’autismo


Musiceverywhere. Opera dal 2014 in tutto il territorio isolano e nazionale per la diffusione della cultura artistico-musicale in tutti i suoi generi, con l'intento di promuovere e valorizzare le eccellenze locali. L'associazione collabora attivamente con numerose identità locali alla realizzazione di festival, concerti ed eventi culturali di rilievo e cura con grande attenzione l'area didattico-musicale rivolta in particolare a bambini e ragazzi che intendono approcciarsi al linguaggio dei suoni, promuovendo attività laboratoriali in diversi centri della Sardegna.


545

Moni Ovadia. Nato a Plovdiv in Bulgaria nel 1946 da una famiglia ebraico-sefardita, dopo una laurea in Scienze politiche ha dato avvio alla sua carriera d'artista come ricercatore, cantante e interprete di musica etnica e popolare di vari paesi. Nel 1984 comincia il suo percorso di avvicinamento al teatro, prima in collaborazione con artisti della scena internazionale come Bolek Polivka, Tadeusz Kantor, Franco Parenti, e poi proponendo se stesso come ideatore, regista, attore e capocomico di un teatro musicale in cui le precedenti esperienze si innestano alla sua vena di straordinario intrattenitore, oratore e umorista. Filo conduttore dei suoi spettacoli e della sua vastissima produzione discografica e libraria è il vagabondaggio culturale e reale proprio del popolo ebraico, di cui egli si sente figlio e rappresentante, in un’immersione continua in lingue e suoni diversi ereditati da una cultura di cui si fa memoria per il futuro.


535

Catriona Patterson. Green Arts Manager presso Creative Carbon Scotland, una organizzazione benefica scozzese indirizzata alla sostenibilità e ai cambiamenti climatici nel settore culturale. Gestisce la Green Arts Initiative, una comunità di oltre duecento organizzazioni volta a ridurre l’impatto delle emissioni di carbonio e a dare un contributo positivo alla sostenibilità ambientale. Dirige i lavori relativi alla sostenibilità ambientale di Festivals Edinburgh, l’organizzazione che dà assistenza e supporto ai Festival di Edimburgo, sostenendo e sviluppando la loro posizione come iniziative leader a livello mondiale.


371

Vittorio Pelligra. Professore associato di politica economica presso l’Università di Cagliari, invited professor all’International University Institute ‘Sophia’ di Loppiano-Firenze, membro di vari comitati scientifici, tra cui quelli della SEC-Scuola di Economia Civile, della Rete di organizzazioni NexT - Nuova Economia X Tutti e della Fondazione Casa-Museo Gramsci. Si occupa principalmente di economia sperimentale e comportamentale, di economia civile e di progettazione istituzionale. Ha inventato il gioco di società Wecoop, che simula il funzionamento di un’impresa in un mercato civile ed è co-fondatore della società Smartlab e promotore della campagna SlotMob che coinvolge +100 associazioni nella lotta alla piaga dilagante dell’azzardo legalizzato.


536

Marilisa Piga. Regista, autrice e produttrice, ha firmato insieme a Nicoletta Nessler Lunàdigas, il primo webdoc italiano sulle donne senza figli. Il progetto va avanti dal 2015 e nell’ottobre del 2016 è diventato un film che ha vinto il premio come miglior lungometraggio al Festival Chouftouhonna di arte femminista di Tunisi e il premio come miglior documentario al Porno Film Festival di Berlino. Il sito www.lunadigas.com ospita riflessioni sugli stereotipi della maternità e sull’autodeterminazione, coinvolgendo donne di ogni età e provenienza. Insieme a Nessler ha girato numerosi documentari e ha prodotto Vita a Diol Kadd. Diari e riprese in un villaggio del Senegal di Gianni Celati, premio speciale nel 2010 al Festival Internazionale di Roma.

 

 


374

Andrea Possenti. Laureato in Fisica presso l’Università di Milano e ricercatore dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), è attualmente Primo Ricercatore presso l'INAF-Osservatorio Astronomico di Cagliari. Autore di oltre 250 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali, fa parte del ristretto gruppo di scienziati europei che hanno ottenuto il Premio Cartesio 2005. È membro del board dell'esperimento internazionale IPTA, teso per la rivelazione di onde gravitazionali tramite l'osservazione di pulsar. Si è occupato di divulgazione astronomica, con più di 300 conferenze pubbliche. Ha anche pubblicato i libri di divulgazione Eclissi (Mursia, 1999) e Comete, diario di viaggio (Mimesis, 2002).


Enrica Puggioni. Ha conseguito la laurea in filosofia a Venezia, un dottorato di ricerca in letteratura comparata a Cagliari e ha svolto un post-dottorato presso l’Università di Stoccarda. Sia in Italia che in Germania ha curato progetti ed eventi culturali per diverse organizzazioni, acquisendo competenze nell’ambito del management e delle produzioni internazionali. Dal 2011 al 2016 è stata assessore alla cultura al Comune di Cagliari. Attualmente vive a Cagliari dove lavora come free lance nel campo del management culturale e della pianificazione strategica.


511

Francesco Ragazzi. Curatore e critico d'arte contemporanea, ha collaborato con importanti istituzioni pubbliche e private in Italia e nel mondo e studia lo statuto dell'opera d'arte nell'epoca digitale, la storia del cinema indipendente, il rapporto tra mascolinità e femminismo. Dopo aver curato due edizioni di The Internet Pavilion in occasione della Biennale di Venezia (2011, 2013), nel 2015 ha fondato The Internet Saga, una piattaforma di ricerca sulle estetiche della connettività. In questo contesto ha iniziato una collaborazione con Jonas Mekas, di cui ha curato le recenti mostre personali.


452

Gigi Riva. Editorialista del gruppo Espresso, è stato direttore del Giornale di Vicenza, caporedattore centrale de l’Espresso, inviato speciale de l’Espresso e de Il Giorno, testate per cui ha seguito quasi tutti i conflitti esplosi nel mondo dagli Anni Novanta ai giorni nostri. Ha scritto diversi saggi sui Balcani e il Medioriente, e un romanzo, L’ultimo rigore di Faruk (Sellerio, 2016), vincitore in Francia, dove è uscito col titolo Le dernier penalty, del Prix Etranger come miglior libro straniero uscito nel 2016 e in Italia del premio letterario Coni. Ha scritto anche soggetto e sceneggiatura di tre film: Il Carniere, regia di Maurizio Zaccaro (1997), Nema problema, regia di Giancarlo Bocchi (2004), Il sorriso del capo, regia di Marco Bechis (2011).


546

Sergio Rizzo. Giornalista e saggista, è vicedirettore di Repubblica. Ha collaborato con Il Corriere della Sera, Milano Finanza, il Mondo e Il Giornale. Per Rizzoli ha pubblicato Rapaci (2009), La cricca (2010) e Razza stracciona (2012). Insieme a Gian Antonio Stella ha scritto, sempre per Rizzoli, La Casta (2007), La Deriva (2008), Vandali (2011) e Licenziare i padreterni (2011). Con Feltrinelli ha pubblicato Se muore il Sud (2013, con Gian Antonio Stella, Premio Benedetto Croce 2014), Da qui all'eternità. L'Italia dei privilegi a vita (2014), Il Facilitatore (2015), La repubblica dei brocchi. Il declino della classe dirigente italiana (2016) e Il pacco. Indagine sul grande imbroglio delle banche italiane (2018).


165

Davide Ruffinengo. Libraio e formatore, ha ideato Profumi per la Mente, un progetto nato parecchi anni fa per viaggiare con i libri e stimolare la voglia di leggere. Con la sua azione propone un percorso formativo nel mondo delle idee e delle parole, per conoscere i meccanismi della creatività e la loro applicazione nel quotidiano.


490

Enrico Maria Secci. Psicologo e Psicoterapeuta, specializzato nel trattamento di sindromi ansiose e depressive, dipendenze affettive e disturbi relazionali nell’età adulta. Oltre all’attività clinica privata, da oltre 10 anni insegna tecniche di psicoterapia strategica presso la Scuola di Psicoterapia Strategica Integrata SCUPSIS di Roma. Ha pubblicato articoli e saggi professionali, scientifici e di divulgazione, tra cui i libri Gli uomini amano poco. Amore, coppia, dipendenza (2012), I narcisisti perversi e le unioni impossibili. Sopravvivere alla dipendenza affettiva e ritrovare se stessi (2014) e Amori Supernova. Psico-soccorso per cuori spezzati senza un perché” (2017). È l’autore di Blog Therapy, blog di psicologia e psicoterapia.


513

Vincenzo Soddu. Laureato in Lettere, insegna in un istituto superiore e si dedica alla scrittura. Nel 2011 ha pubblicato il saggio Una pergamena in sardo e latino nel volume Templari, crociate, giudicati e ordini monastico-cavallereschi nella Sardegna medioevale, a cura di Massimo Rassu (Arkadia Editore). Dal 2012 cura il blog libriedintorniblog. Nel 2013 esordisce nella narrativa con La neve a Gaza (Caracò). Nel 2015 ha pubblicato insieme a Gianni Stocchino Un’isola da bere (Cuec), sesto numero della rivista Mieleamaro. Invisibili (Arkadia, 2018) è il suo nuovo romanzo, ambientato nel mondo della scuola.


512

Giovanni Stanghellini. Dottore in Medicina e dottore in Filosofia honoris causa, psichiatra e psicoterapeuta, insegna Psicologia Dinamica all'Università di Chieti e dirige la Scuola di Psicoterapia Fenomenologico-Dinamica di Firenze. Già presidente della sezione Philosophy and the Humanities della World Psychiatric Association, presiede la sezione Philosophy and Psychiatry della European Psychiatric Association, è co-editor della collana International Perspectives for Philosophy and Psychiatry (Oxford University Press). Tra I suoi libri Psicopatologia del senso comune (Cortina, 2008), Psicologia del patologico (con Mario Rossi Monti, Cortina, 2009), Noi siamo un dialogo (Cortina, 2017) e L’amore che cura (Feltrinelli, 2018).


Street Books. Street Books-Scrittori lettori e libri a Dolianova è il festival letterario del Parteolla la cui terza edizione si terrà dal 7 al 15 luglio nella suggestiva cornice di Villa de Villa. Sarà un viaggio di nove giorni con il focus puntato sulla forza e sulle forme della narrazione tra letteratura, teatro, musica, cinema. Programma, info e news su streetbooks.it e su Facebook, e da quest’anno è anche grazie ad una app scaricabile gratuitamente sui principali play store.


491

Stefano Usai. Nato a Cagliari nel 1965. È professore di Economia Applicata presso l’Università degli Studi di Cagliari, direttore del Master Universitario in Progettazione Europea (MAPE) e presidente della Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche. È stato direttore del Crenos e i suoi principali interessi di ricerca riguardano i temi dello sviluppo economico regionale e dell'economia del progresso tecnologico.  Responsabile gruppo di ricerca su Analisi delle condizioni di competitività della Sardegna sui mercati esterni.


476

Gianfranco Viesti. Professore ordinario di Economia Applicata nel Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Bari. Svolge attività di ricerca su temi di economia internazionale, industriale e regionale. Editorialista del Mattino e del Messaggero, e componente del comitato di direzione della casa editrice Il Mulino. Nel 1997-98 ha fatto parte del Consiglio degli esperti economici del presidente del Consiglio Romano Prodi. I suoi volumi più recenti La laurea negata. Le politiche contro l’istruzione universitaria (Laterza, 2018), Per l’industrializzazione del Mezzogiorno (Luiss Academy, 2017) e Viaggio in Italia (Il Mulino, 2017).


538

Hua Yu. Scrittore cinese, dopo il suo debutto letterario nel 1983 ha pubblicato cinque romanzi, sei raccolte di storie e cinque raccolte di componimenti. Le sue opere sono state tradotte in più di quaranta lingue e pubblicate in diverse nazioni. In Italia sono usciti in libreria Torture (Einaudi, 1997), Vivere! (Donzelli, 1998), L’eco della pioggia (Donzelli, 1998), Cronache di un venditore di sangue (Einaudi, 1999), Le cose del mondo sono fumo (Einaudi, 2004), Brothers (Feltrinelli, 2008), Arricchirsi è glorioso (Feltrinelli, 2009), La Cina in dieci parole (Feltrinelli, 2012) e Il settimo giorno (Feltrinelli, 2017). Yu Hua ha ricevuto molti premi, tra cui in Italia il Grinzane Cavour (1998) e il Giuseppe Acerbi (2014). Nel 2004 è stato nominato dal governo francese Cavaliere dell’Ordine delle Arti e delle Lettere e nel 2018 ha vinto il Premio Ivo Andric.


387

Edoardo Zanchini. È vicepresidente nazionale di Legambiente, e responsabile delle politiche climatiche, internazionali e urbane. Architetto, ha insegnato nelle Università di Roma, Ferrara e Pescara (dove è stato ricercatore). Membro del board di RGI, Renewables Grid Initiative e del consiglio direttivo del Coordinamento FREE, associazioni delle fonti rinnovabili e efficienza energetica, e di diversi comitati scientifici. Autore di saggi in materia di energia, territorio e sostenibilità, tra le sue recenti pubblicazioni Vista mare. La trasformazione dei paesaggi costieri italiani (con Michele Manigrasso, Edizioni Ambiente, 2017), Il clima cambia le città. Strategie di adattamento e mitigazione nella pianificazione urbanistica (con Francesco Musco, FrancoAngeli, 2015).


388

Giorgio Zanchini. Giornalista e conduttore radiofonico di Radio Rai, in passato ha condotto varie trasmissioni di approfondimento su Radio Tre e Radio Uno e attualmente è la voce di Radio anch’io. Co-direttore del Festival del giornalismo culturale, tiene lezioni e seminari in particolare sul giornalismo culturale e sul giornalismo anglosassone. Tra i suoi libri La Radio nella Rete (Donzelli, 2017), Leggere, cosa e come (Donzelli, 2016), Un millimetro in là, intervista a Marino Sinibaldi sulla cultura (Laterza, 2014).


514

Francesco Zanotelli. Antropologo, è ricercatore presso l'Università di Messina, dove insegna Antropologia Sociale e della Famiglia. Ha conseguito il Dottorato in Scienze Antropologiche presso l'Università di Torino e ha svolto ricerche post-dottorali presso il dipartimento di Filosofia e Scienze Sociali dell'Università di Siena. Ha insegnato nelle Università di Siena, Bologna, Venezia Ca' Foscari, Modena e Reggio Emilia ed è stato visiting professor presso la Universidad de Sevilla, la Virginia Commonwealth University a Richmond e la Universidad IberoAmericana di Città del Messico. Sui temi della famiglia ha pubblicato numerosi saggi in volumi in Italia e all'estero e ha curato con Simonetta Grilli il libro Scelte di famiglia. Tendenze della parentela nella società contemporanea (Edizioni ETS, 2011).