V

Ospiti delle passate edizioni


Questo è l'elenco con le biografie degli ospiti che Leggendo Metropolitano ha avuto il piacere di ospitare dalla prima edizione ad oggi.

Attrice di teatro e di cinema, regista teatrale, autrice e cantante diplomata al Conservatorio di Cagliari. È autrice e interprete di recital che sposano canto e poesia e che esplorano in chiave colta la musica e la poesia della Sardegna, dei popoli mediterranei e del Sud del Mondo e procede, attualmente, verso una produzione originale nata dall’incontro tra le sue radici isolane e un’intensa esperienza umana ed artistica vissuta in Catalogna tra il 2006 e il 2007.

Michele Vaccari è nato a Genova nel 1980. Fo-nico,  rapper,  scrittore,  sceneggiatore,  organizzatore.  Ha  partecipato  alla  Fabbrica  Globale dell’Antilibro, ha lavorato come copywriter. Nel 2005 è diven-tato il più giovane direttore editoriale italiano di una collana libraria. Nel 2006 pubblica Tutti gli occhi su di lui (Chinaski Edizioni), nel 2007 Italian Fiction. E’ di quest’anno il suo ul-timo libro Giovani, nazisti e disoccupati (Ed. Castelvecchi).

Nata a Scauri nel 1978. Dopo aver conseguito una laurea in matematica, ha ottenuto un dottorato. Oggi vive e lavora a Roma. È redattore di Nuovi Argomenti e di Nazione Indiana e ha già pubblicato A  complicare le cose (2003), Fermati un minuto a salutare (2006) e Ognuno sta solo (2007). Per nottetempo ha scritto il gransasso Nessuna scuola mi consola (nottetempo,2009) e il romanzo, La gioia piccola di essere quasi salvi(2009).

Bernardo Valli. Giornalista. Dopo un primo tirocinio presso il quotidiano L'Italia, costruisce una carriera lavorando per Il Giorno, il Corriere della Sera e la Repubblica, occupandosi di politica internazionale. In qualità di corrispondente internazionale segue la sollevazione generale in Venezuela, la rivoluzione algerina, le vicende di Cuba, Vietnam, India, Cina, Cambogia ed Iran. Nel 1998 ha ricevuto il Premio Saint Vincent per il giornalismo.

Giorgio  Vasta  (Palermo,  1970)  vive  e  lavora  a Torino. Ha pubblicato il romanzo Il tempo materiale (Minimum Fax 2008,) e ha partecipato con i suoi racconti alle antologie Best off, Voi siete qui (Minimum Fax 2006, 2007) e I persecutori (Transeuropa 2007). Ha  inoltre  curato  le  antologie Deandreide,  Niente  resterà pulito, Ho visto cose (BUR 2006, 2007, 2008) e Anteprima nazionale. Nove visioni del nostro futuro invisibile (Minimum Fax 2009). E’ appena uscito (2010) il suo ultimo romanzo per Laterza dal titolo Spaesamento

Nato nel 1936 a Torino, dove ha studiato e si è laureato in Filosofia, è filosofo e politico.

Dal 1964 insegna all’Università di Torino, nella quale è stato Preside, negli anni ’70, della Facoltà di Lettere e Filosofia. È stato “visiting professor” in alcune università americane, tra cui Yale, Los Angeles e New York University, e ha tenuto seminari e conferenze in diversi atenei di tutto il mondo. Negli anni Cinquanta, insieme a Furio Colombo e Umberto Eco, ha lavorato ai programmi culturali della Rai-Tv, dove ha condotto il programma settimanale politico-informativo Orizzonte. Attualmente è vicepresidente dell’Academía da Latinidade. È (ed è già stato, tra il 1999 e il 2004) deputato al Parlamento europeo. Nel 2006, Vattimo ha raccontato la sua vita a Piergiorgio Paterlini, autore dell’autobiografia “a quattro mani”, pubblicata da Aliberti: Non Essere Dio. Le sue opere più importanti vanno da Il concetto di fare in Aristotele, Giappichelli, 1961, a Dialogo con Nietzsche. Saggi 1961-2000, Garzanti, 2001, passando per La società trasparente Garzanti, 1989. La sua ultima fatica del 2009, Addio alla verità, congiunge filosofia e politica.

E’ stato Professore Ordinario di Geologia Applicata presso il Dipartimento di Ingegneria del Territorio della Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Cagliari. In Etiopia, incaricato dal Ministero degli Esteri, ha diretto i lavori di un progetto per la ricerca, la captazione, la distribuzione e la gestione delle acque sotterranee delle regioni del Tigrai e del Wollo. Ha partecipato a diverse Commissioni regionali, nazionali ed internazionali sui temi specifici della materia scientifica professata.

Nato a Baunei nel 1957 è un autore di fumetti, scrittore e regista. Appassionato di cinema e fumetti, nel 1982 ha fondato a Cagliari il gruppo Bande Desinée del quale facevano parte anche Antonio Serra e Michele Medda. I tre hanno iniziato a scrivere insieme sceneggiature per Sergio Bonelli Editore e, nel 1989 hanno proposto una nuova serie: Nathan Never, pubblicata mensilmente a partire dal giugno del 1991. Qualche anno dopo hanno dato vita anche a Legs Weaver, una serie uscita in edicola fino al novembre 2005. Attualmente Nathan Never è uno dei fumetti più popolari in Italia, ed è pubblicato anche in molti paesi stranieri. Nel 1993 Vigna ha fondato a Cagliari una Scuola di Fumetto, la prima in Sardegna, che opera nell'ambito di  un Centro Internazionale del Fumetto, da lui diretto. Inarrestabile nel lavoro e nella sperimentazione, nel 2006 è divenuto direttore della rivista sarda di cinema Teorema ed ha fatto il suo ingresso nel web, co-fondando la casa editrice per fumetti online Hybris Comics. In campo cinematografico ha diretto diversi cortometraggi, alcuni premiati in vari festival. È sposato con Olivia, a cui è ispirato il personaggio di Olivia Olling, che appare nelle avventure di Nathan Never.

Da quasi vent’anni si occupa professionalmente di musica. Ha gestito una piccola etichetta indipendente,  condotto  trasmissioni  radiofoniche, curato  una  collana  editoriale,  collaborato  a  volumi  e  riviste in tema. Scrive su Vanity Fair, Audioreview, Il Mucchio Selvaggio,  dove  cura  la  rubrica  dei  libri  e  quella  del  cinema. Nel tempo libero ascolta dischi, di qualsiasi genere e forma

Enrique Vila-Matas è uno dei più prestigiosi e originali scrittori della narrativa contemporanea spagnola. È autore di molti libri che, come marchio del suo genio, mixano generi differenti. Tra i suoi lavori, Storia abbreviata della letteratura portatile, Il viaggiatore più lento, Bartleby e compagnia, Il mal di Montano, Parigi non finisce mai, Dottor Pasavento, Dublinesque, Un'aria da Dylan e il suo ultimo romanzo Kassel non invita alla logica. Tra i premi e onoreficenze: Officier de l´Ordre des Arts et des Lettres de France, Premio Rómulo Gallegos, Premio internazionale Ennio Flaiano, Premio letterario Elsa Morante e Premio Formentor 2014.

Anna Rita Vizzari è insegnante di Lettere nella scuola secondaria di primo grado di Sestu (Cagliari). Formatrice dei docenti nei corsi sulla didattica umanistica con il supporto delle tecnologie, è autrice di libri e di kit multimediali con le Edizioni Erickson. È anche docente a contratto di Letteratura italiana e Didattica dell'Italiano presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università degli Studi di Cagliari.

Lello Voce. Nato a Napoli nel 1957. È un poeta, scrittore e performer ed è stato tra i fondatori del Gruppo 93, della rivista Baldus e del World Poetry Movement. Tra i suoi libri di poesia ricordiamo: Lai (Premio Delfini, 2003) e Piccola cucina cannibale (Squi[libri], 2012 - Premio Napoli 2012), mentre i suoi romanzi sono stati riuniti ne Il Cristo elettrico (No Reply, 2006, e-book TErraFerma ed., 2014). Nel 2001 ha introdotto in Italia il Poetry Slam ed è stato il primo EmCee al mondo a condurre uno slam pluringue (Big Torino 2002 / romapoesia 2002). Attualmente è Presidente onorario della L.I.P.S. - Lega Italiana Poetry Slam e cura su www.satisfiction.me una rubrica di poesia intitolata P.A.Z. Poetry Autonome Zone e su IlFattoQuotidiano.it un blog dedicato alla poesia.

Eleonora Voltolina Giornalista professionista,  nata a Roma nel 1978, è cresciuta a Venezia e oggi vive e lavora Milano. Si è laureata con lode in Scienze della comunicazione all’università La Sapienza, ha creato e dirige la Repubblica degli Stagisti: una testata giornalistica online nata per approfondire la tematica dello stage in Italia e dare voce agli stagisti. Ha collaborato a lungo con le pagine culturali e con il sito web del settimanale Panorama. Nel luglio 2010 Laterza pubblica  il suo primo libro: La Repubblica degli stagisti. Come non farsi sfruttare.