T

Ospiti delle passate edizioni


Questo è l'elenco con le biografie degli ospiti che Leggendo Metropolitano ha avuto il piacere di ospitare dalla prima edizione ad oggi.

E’  professore ordinario di Epistemologia del progetto presso la Facoltà di Architettura dell'Università di Sassari. E' stato ordinario di Filosofia della Scienza presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Roma "la Sapienza" fino al 2001. Dal settembre 1994al giugno 2000 è stato vice presidente del CRS4(Centro di Ricerca, Sviluppo, Studi Superiori in Sardegna), presieduto da Carlo Rubbia.

Mario Tagliani è nato nel 1951 a Bedizzole, provincia di Brescia, in una contrada della pianura Padana chiamata Salaghetto. Completati gli studi magistrali a Brescia, si è trasferito a Torino; dopo il servizio militare, conosciuta la sua attuale compagna, ha affrontato con lei il concorso magistrale del 1982.  Dal 1983 insegna all'Istituto Penale per Minori “Ferrante Aporti” di Torino. La sua esperienza è raccontata nel suo primo libro, Il maestro dentro. Trent'anni tra i banchi di un carcere minorile (add editore, 2014).

Il trentaduenne scrittore ha esordito nel 2012 con il libro: Perciò veniamo bene nelle fotografie edito da Isbn. Ricercatore all’Università di Padova, con un dottorato in italianistica alle spalle, ha scritto un romanzo in versi con un’attenzione accademica alla metrica e al “suono”. Nel romanzo l’autore ha voluto raccontare l’Italia di oggi: la crisi e le difficoltà dei giovani tra precarietà e nepotismo.

Architetto con base a Madrid; nel 2000 fonda insieme a Josè Luis Vallejo lo studio di architettura Ecosistema Urbano, che subito viene riconosciuto come una delle realtà professionali spagnole ed europee più evolute e sperimentali tra progetto degli spazi pubblici, architettura partecipata e new media. Nell’arco di soli 13 anni lo studio ha ricevuto più di 30 premi e riconoscimenti nazionali e in ternazionali e loro lavori sono in corso di realizzazione in Spagna, Norvegia, Olanda, Italia, Francia e Cina. Attualmente Belinda Tato è visiting professor alla Facoltà di Architettura GSD di Harvard-Mass.

Giornalista di Radio 24, conduce la rubrica “Il cacciatore di libri” in onda sabato alle 6,45 e alle 21,05. A 20 anni ha iniziato a lavorare in una piccola radio privata a Bari, poi la scuola di giornalismo a Milano. Ha lavorato in radio (Italia Radio, CNR, Blu Sat 2000), in televisione (Mediaset), nei quotidiani (Avvenire), nei settimanali (Donna Moderna). E’ a Radio 24 dal primo giorno di trasmissione, il 4 ottobre 1999. Appassionata di narrativa, legge di tutto, basta che ci sia un incipit folgorante.

È un’autrice, un’attivista politica, femminista convinta, traduttrice e film maker. Nata a Belgrado nel 1954. Ha studiato al Cairo e giurisprudenza alla Statale di Milano, per poi abbandonarla per dedicarsi allo studio delle arti e del cinema. Laureata in Lettere Moderne nel 1977, ha tradotto Calvino, Morante, Moravia, Veronesi, De Carlo e Busi. Nel 1994 fonda la casa editrice Feminist 84. Il suo primo libro, Il libro Invisibile, è diventato il manifesto della cultura femminista/ pacifista serba. È autrice del Diario di un idiota politico, un diario di guerra scritto nel 1999 e diffuso via internet, come molti altri suoi lavori. Scrive in inglese, italiano e serbo.

Brescia, 2 febbraio 1953, giornalista professionsta, redattore della Nuova Sardegna. E' stato corrispondente dell'agenzia di stampa Asca, ha collaborato con La Repubblica, l'Unità, Epoca. Nel settore della ricerca sociale ha collaborato con l'Eurispes e con il centrostudi delle Acli, Iares.

Fondato nel 1989 da Puccio Savioli e Michèle Kramers, il theatre en vol è una compagnia internazionale, basata in Sardegna, che opera nell’ambito del teatro urbano e del teatro per spazi aperti e chiusi non convenzionali. Ha elaborato negli anni uno stile personalissimo, di grande impatto visivo e gestuale, che affianca al lavoro d’attore macchine teatrali semoventi, costruite per lo più con materiali di recupero. L’unione di immagini forti e commoventi con l’arte pirotecnica, la musica ed altre discipline crea il suo linguaggio drammatico, comico, grottesco, ironico e surreale.

Presidente di S.C.I.–Servizi di Consulenza Imprendi-toriale. Srl. E’ esperto di nuove  tecnologie e di web 3D.
 

E’ direttore dell’Archivio Nazionale Cinema d’Impresa di Ivrea e della sede del Piemonte del Centro Sperimentale di Cinematografia. Fino al 2009 è stato conservatore della Cineteca Nazionale, coordinando il restauro di oltre 100 film, tra cui Roma città aperta di Rossellini, L’avventura di Antonioni, La ciociara di De Sica, Senso di Visconti e l’opera completa di Carmelo Bene. In precedenza ha diretto il Dipartimento Film del Museo Nazionale del Cinema di Torino (1991-1998),); è stato consulente per il cinema italiano della Cinémathèque Française di Parigi (1997-1998). Ha curato programmi per: Biennale di Venezia, Festival di Torino, Centre George Pompidou (Parigi), Taormina Arte e per il Museum of Modern Art (New York). Ha scritto sul cinema italiano, sperimentale, sulla Nouvelle Vague, sul cinema dell’Africa nera e il cinema americano e su temi di archivistica, museografia e storia del cinema.

Palermo, 1956, è madre di tre figli e vive tra la Sicilia e Roma, dove ha lavorato per più di vent'anni come ginecologa, occupandosi attivamente, tra le altre cose,della prevenzione e cura dei tumori al seno. Nel 2007 ha pubblicato il suo primo romanzo, L'assaggiatrice (Iride - Rubbettino). Con il monologo teatrale Adele (Borgia Editore) ha vinto nel 2008 il premio opera prima "Donne e teatro" di Roma.

Laureato in Giurisprudenza all’Università di Milano, Harkness Fellow alla Cornell University, Industrial and Labor relations School alla University of Chicago Law School dal 1962 fino al 1964. Ha lavorato come docente in numerose università del mondo. E’ stato dal 1991 al 1994 Presidente dell’AIDLASS, dal 1993 direttore del CEDRI, e della Agenzia Relazioni Sindacali delle Pubbliche Amministrazioni (ARES). Dal 1995 al 1998 Presidente del I.I.R.A. - Ginevra. Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale nei governi Dini e Prodi. Ministro dei Trasporti e della Navigazione del governo D’Alema. Dal 2001 è stato eletto al Senato della Repubblica e nella XV Legislatura è presidente della Commissione Lavoro del Senato. È Professore Emerito dell’Università Cattolica di Milano.

Emanuele Trevi  (Roma,  7  gennaio  1964)  è  un critico letterario e scrittore italiano (figlio del famoso psicanalista junghiano Mario)Ha  tradotto  e  curato  edizioni  di  classici  italiani  e  francesi. Fa parte del comitato editoriale della casa editrice Quiritta. Collabora al Manifesto (Alias) e alla trasmissione radiofonica Lucifero  di  Radio  Tre,  con  una  sezione  dedicata  alla  poesia.  Il  suo  libro  Istruzioni  per  l’uso  del  lupo  ha  riscosso  un notevole  successo.  La  lettura  che Trevi  suggerisce  è  priva di pregiudizi, tutta interna alla letteratura e, al tempo stesso, tutta intrisa della vita stessa, della sua volatile ed effimera sostanza. Emanuele Trevi è redattore di “Nuovi Argomenti”. Ha fatto parte della giuria del premio Calvino nel 2001, e del premio Alice 2002. Esce per Rizzoli quest’anno Il libro della gioia perpetua.

Laurence Tubiana. Presidentessa ed amministratrice delegata della European Climate Foundation (ECF), nonché presidentessa del Consiglio d’amministrazione all'Agenzia Francese per lo Sviluppo (AFD) e docente alla Sciences Po di Parigi. È stata portavoce francese per il cambiamento climatico e Rappresentante Speciale alla Conferenza di Parigi sui cambiamenti climatici. In seguito è stata nominata High Level Champion per il suo attivismo nel settore. Attualmente si occupa di energia, agricoltura e sviluppo sostenibile, lavorando a stretto contatti con i governi, think tanks, ONG e il mondo accademico. Ha pubblicato numerosi articoli e libri.

Nato a Cagliari nel 1966, nel 1986 debutta in radio presso la sede regionale della RAI. Dall’anno successivo prende parte a decine di produzioni teatrali con numerose compagnie. Dal ’93 a oggi mette in scena oltre venti pièce, alcune delle quali scritte a quattro mani con Vito Biolchini, col quale attualmente conduce un programma quotidiano per l’emittente radiofonica “RadioPress”. È presidente del “Teatro Impossibile” e socio del “Gruppo Batisfera”.

(Associazione Eutropia)
Opera da quasi 20 anni nel settore della finanza d’impresa, del project management, dello sviluppo territoriale. Per otto anni ha rivestito la carica di Amministratore Delegato di Sviluppo Italia Sardegnaspa, gestendo le attività operative e di staff. Esperto di marketing ricopre attualmente l’incarico di Direzione Generale di un’impresa operante nel settore IT.