G

Ospiti delle passate edizioni


Questo è l'elenco con le biografie degli ospiti che Leggendo Metropolitano ha avuto il piacere di ospitare dalla prima edizione ad oggi.

Cherubino Gambardella è architetto e professore ordinario di progettazione architettonica della Seconda Università di Napoli. Ha vinto premi e concorsi internazionali e i suoi progetti sono stati realizzati in centri storici, aree paesaggistiche di pregio ma anche nelle periferie più difficili. Nel 2013 è invitato al MOMA di New York ad esporre due opere di architettura nell'ambito della mostra CUT'n Paste sul disegno e sul collage dei nuovi protagonisti dell'architettura contemporanea. Nel 2014 è invitato alla Biennale di architettura di Venezia dove i suoi lavori vengono esposti ne Padiglione Italia e in altri ambiti della mostra Internazionale dal titolo Foundamentals.

Scrittore, giornalista, conduttore televisivo e radiofonico e attore italiano, è nato ad Asti il 26 maggio 1937. È anche autore e regista di programmi per la radio e la televisione e, oltre alla scrittura, fra i suoi maggiori interessi figura la gastronomia, materia della quale si è occupato anche per i suoi scritti, anche attraverso la parodia de Il codice Da Vinci con “Il codice Gianduiotto” (Morganti, 2006). Si definisce “scrittore artigiano”, ringraziando per lo spunto il refuso de La Stampa che erroneamente nel testo di una sua intervista deformò l’originale scrittore astigiano. E’ autore e attore di cabaret, collabora a diversi giornali, tra cui L’Unità, La Stampa, La Repubblica e Comix. Tiene una rubrica fissa su Torino Sette. È autore di vari romanzi di genere giallo-ironico, e con “La nipote Scomoda” ha vinto il Premio Gran Giallo Città di Cattolica. Le ricette di Nefertiti è il suo penultimo romanzo pubblicato nel 2011 da Garzanti, e Eat parade. Alla scoperta di personaggi, storie, prodotti e ricette fuori dal comune, 2011 Vallardi A. la sua ultima opera.

Sergio Garau. Nato a Ozieri nel 1982. È in tour dal 2001 per festival di poesia, videopoesia, residenze artistiche, poetry slam internazionali e affini in Europa e a Cuba. Dal 2010 scrive ed esegue lo spettacolo collettivo IO game over con musicisti, videoartisti e programmatori. Anima il Poetry Slam Sardegna, la L.I.P.S. (Lega Italiana Poetry Slam), laboratori di poesia in istituti scolastici, psichiatrici e carcerari. Organizzatore, conduttore, traduttore, redattore di atti impuri e sparajurij, alimentato da premi e riconoscimenti vari, si ritrova in dischi, antologie, riviste, su carta e in digitale, oltre che, possibilmente, dal vivo.

© Bohdan Piasecki

Nato a Parma nel 1969, vive a Pordenone. Collabora alle pagine culturali del Messaggero Veneto e del Gazzettino. Ha pubblicato  Friulani Brava gente (Biblioteca dell’Immagine), Le cose che dico adesso (nuovadimensione),  Una timida santità e Fútbol bailado per Sironi Editore. Nel 2012 pubblica La legge dell’ odio,  Einaudi Stile Libero. È tra i curatori della manifestazione culturale Pordenonelegge.

Gaudats Junk Band. Band fondata sulla scelta di utilizzare unicamente strumenti riciclati, nata dall’esperienza di Daniele Guidotti (Gaudats è un’alterazione di Guidotti, suo soprannome). La poetica che ispira il progetto consiste nell’ipotesi che dal concime (materiale di scarto per eccellenza) nascano i fiori più belli, e dal sogno di ricreare da ciò che è destinato ai rifiuti. Attualmente la band è formata da un gruppo di amici e musicisti che danno vita, con la loro esperienza, ad un sound talvolta impensabile, ottenuto suonando rifiuti assemblati. Oggi prestano il loro talento alla Band nomi come Marco Bachi (bassista Bandabardò) e Rick Hutton, volto di Videomusic negli anni ’80-’90 nonché presentatore di Porretta Soul Festival. Anche i costumi di scena sono riciclati.

Andrea Gavosto. Dal 2008 è Direttore della Fondazione Giovanni Agnelli, in questo periodo specializzata nella ricerca su istruzione e formazione, pubblicando regolari rapporti sullo stato della scuola e dell'università in Italia. È stato Chief Economist del Gruppo Fiat e di Telecom Italia e ha lavorato presso il Servizio Studi della Banca d'Italia. Ha studiato all'Università di Torino e alla London School of Economics; è stato visiting fellow del National Bureau of Economic Research. È autore di molteplici pubblicazioni scientifiche nel campo della macroeconomia e dell'economia del lavoro.

Assaf Gavron è nato nel 1968. Ha pubblicato sette romanzi, imponendosi come una delle nuove voci più originali di Israele. Tra i suoi libri, tradotti in numerose lingue e acclamati da pubblico e critica, è stato pubblicato in Italia La mia storia, la tua storia (Mondadori 2009 ). È il traduttore in ebraico di Philip Roth, Jonathan Safran Foer e altri importanti scrittori di lingua inglese. È anche capitano della squadra di calcio degli scrittori israeliani e canta nel gruppo rock The Mouth and Foot. Dopo aver abitato a Londra, Vancouver e Berlino oggi vive Tel Aviv.

Fabio Geda è nato nel 1972 a Torino, dove vive. Si occupa di disagio minorile e animazione culturale. Scrive su “Linus” e su “La Stampa” circa i temi del crescere e dell’educare. Collabora stabilmente con la  Scuola  Holden,  il  Circolo  dei  Lettori  di  Torino  e  la  Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura. Ha pubblicato i romanzi Per il resto del viaggio ho sparato agli indiani (Instar Libri 2007, Feltrinelli 2009, selezionato per il Premio Strega, Miglior Esordio 2007 per la redazione di Fahrenheit, vincitore del Premio Marisa Rusconi e, in Francia, del Prix Jean Mon-net  des  Jeunes  Européens)  e L’esatta  sequenza  dei  gesti (Instar  Libri  2008,  vincitore  del  Premio  Grinzane  Cavour  e del  Premio  dei  Lettori  di  Lucca)  e Nel  mare  ci  sono  i  coccodrilli (BCDalai Editore 2010). Gioca nell’Osvaldo Soriano Football Club, la Nazionale Italiana Scrittori.

Nata a Saronno, nel 1986, da genitori entrambi originari di Alessandria d’Egitto. Randa frequenta il liceo classico in provincia di Milano e nel 2002 pubblica il suo primo romanzo “Sognando Palestina”, per Fabbri Editori, tradotto in quindici paesi. Nel 2005 pubblica il secondo romanzo “Prova a sanguinare”, presso la stessa casa editrice. Nel 2007 esce il suo terzo romanzo “Oggi forse non ammazzo nessuno”, sulle vicende di una ragazza musulmana di seconda generazione che vive a Milano. È in corso la trasposizione cinematografica.

Professore ordinario di Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, insegna Sociologia e Antropologia dei Media e dirige la rivista Comunicazioni Sociali. Collabora col quotidiano Avvenire. Pubblicazioni recenti: Abitanti della rete (Vita e Pensiero 2010), La comunicazione interculturale nell’era digitale (Il Mulino 2012), I media e la scuola: tra conflitto e convergenza (Erickson 2012).

Carlo Giacobini, giornalista e operatore sociale, concentra la sua attività di divulgazione e consulenza nell'ambito dei diritti civili ed umani delle persone con disabilità. È direttore responsabile di Handylex.org, sito che dal 1997 offre informazioni e supporto in materia di norme sulla disabilità. Opera come analista e responsabile della comunicazione per la Federazione Italiana per il

Superamento dell'Handicap, organizzazione ombrello cui aderiscono le maggiori associazioni di persone con disabilità e loro familiari.

È nato nel 1956 a Milano, dove vive e lavora. È vicedirettore dell’Unità. Ha pubblicato: Senza fabbrica  (1993), L’illusione del mercato, Il grande inganno delle privatizzazioni (1996), McDonald’s: una storia italiana” con Mario Resca (1998), Luraghi, l’uomo che inventò la Giulietta (2000), Il dizionario della New Economy (2000), Primo tempo, intervista con Roberto Colaninno (2006). La sua ultima opera risale al 2010: Diario operaio edito da Ediesse.

Nato a Torino nel 1982. Con il suo primo romanzo, La solitudine dei numeri primi (2008), pubblicato in oltre quaranta Paesi, ha ottenuto numerosi riconoscimenti, fra cui il premio Strega e il premio Campiello Opera Prima. Collabora con il Corriere della Sera e con Vanity Fair. Il suo ultimo libro Il corpo umano, è stato pubblicato nel 2012

È ordinario di Filosofia della scienza all’Università degli Studi di Milano e collabora con il Corriere della Sera. Tra i suoi numerosi saggi: Di nessuna chiesa (2005), La scienza tra le nuvole. Da Pippo Newton a Mr. Fantastic (2007), Libertà. Un manifesto per credenti e non credenti (con Dario Antiseri, 2008), Lo Scimmione intelligente(con Edoardo Boncinelli, 2009) e Lussuria (2010). Con Longanesi ha pubblicato Senza Dio. Del buon uso dell’ateismo (2010).

Paolo Giovannetti. Nato a Milano nel 1958. Dal 2006 è professore associato di Letteratura italiana presso l’Università Iulm di Milano. È uno studioso di poesia e metrica italiana tra Ottocento e Duemila, di narratologia, di rapporti fra letteratura e media e di didattica letteraria. L’ultimo suo volume pubblicato è Spettatori del romanzo (Ledizioni 2015). Collabora a diversi periodici letterari, fra i quali, sin dalla sua nascita,1991, Tirature. Fa parte del comitato di redazione di Il Verri.

Wlodek Goldkorn. Scrittore. È stato per molti anni responsabile culturale de L’Espresso. Ha lasciato la Polonia, sua terra nativa, nel 1968, e oggi vive a Firenze. Ha scritto numerosi saggi sull'ebraismo e sull'Europa centro-orientale. È co-autore con Rudi Assuntino di Il Guardiano. Marek Edelman racconta (1998) e con Massimo Livi Bacci e Mauro Martini di Civiltà dell’Europa Orientale e del Mediterraneo (2001). Ha scritto La scelta di Abramo. Identità ebraiche e postmodernità (2006), e con Feltrinelli ha pubblicato di recente Il bambino nella neve (2016).

Economista, insegna Marketing Relazionale nel Corso di Laurea in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni (CPO)all'Università Carlo Bo di Urbino. Dirige Spell Srl, azienda leader nel campo della formazione, dal teatro d'impresa a percorsi specifici su misura per l'azienda. Si occupa di consulenza organizzativa ed è esperto di analisi di reti sociali (Social Network Analisys) SNA. È autore e interprete di numerose lezioni spettacolo rappresentate in contesti aziendali e pubblici.

Pietro Grasso. Entra in magistratura nel 1969. È stato giudice a latere nel primo maxiprocesso a Cosa Nostra e Procuratore Capo a Palermo. Dall’ottobre 2005 al gennaio 2013 è stato Procuratore Nazionale Antimafia; nel marzo 2013 è stato eletto invece Presidente del Senato. Ha pubblicato numerosi libri tra cui Pizzini, veleni e cicoria. La mafia prima e dopo Provenzano (Feltrinelli, 2008).

Nasce nel 1958 a Gerace nella Locride. Dopo aver conseguito la maturità scientifica si iscrive alla Facoltà di Giurisprudenza all’Università di Catania. Si laurea in quattro anni e due anni dopo entra in magistratura. Attualmente è uno dei magistrati più conosciuti della DDA; impegnato in prima linea contro la ‘Ndrangheta, la criminalità organizzata calabrese, vive sotto scorta dall’aprile del 1989. Ha partecipato a programmi televisivi di Raitre per la presentazione dei suoi libri: Fratelli di sangue  (2007 Luigi Pellegrini Editore),  La Malapianta edito nel 2010 da Mondarori e La giustizia è una cosa seria  scritto con il giornalista Antonio Nicaso e pubblicato nel 2011 da Mondadori. La sua ultima opera è Oro bianco Mondadori editore.

«Sono nato il 16 aprile 1934 nello stazzo Salcunceddi (Balaiana) comune di Luogosanto (Sassari) – Sardegna. Sono il terzo di sei fratelli: Ilario, nato nel 1927, Paolino (1929). Dopo di me sono nati Pietro (1937), Salvatore (1940), Ottavio (1942). In mezzo ne sono nati altri due che sono morti subito (non conosco le date)». Un brano del libro “Nato all’inferno” (Salani 2011). Lasciata la Sardegna poco più che ventenne, Mario Gregu ha lavorato in Germania per qualche mese; tornato in Italia, è stato dipendente dell’industria Caproni di Vizzola Ticino e della Ursina di Milano. Nel 1995 è tornato in Sardegna, ad Arzachena, dove vive con la moglie.

Nato a Firenze nel 1978. Con Pugni ha vinto nel 2006 il Premio Cocito Montà d'Alba, il Premio Chiara e il Premio Fiesole. Ha pubblicato con Sellerio L'acchito (2007). Adesso vive in Toscana.

Francesco Guala. Ha studiato filosofia della scienza all’Università di Milano e alla London School of Economics. Dopo avere insegnato filosofia per molti anni all’Università di Exeter, in Gran Bretagna, è attualmente professore di economia politica all’Università degli Studi di Milano. Nel 2002 ha vinto il premio dell’International Network of Economic Method e lo History Economic Analysis Award per il miglior saggio scritto da un giovane ricercatore. Nel 2009 è tornato in Italia grazie al programma di Rientro dei Cervelli. È autore di diversi libri, fra i quali ricordiamo The Methodology of Experimental Economics (Cambridge University Press, 2005), Filosofia dell’economia (Il Mulino, 2006), Mente mercati decisioni (Università Bocconi Editore, 2011, con Matteo Motterlini), e Understanding Institutions (Princeton University Press, 2016).

Bernard Guetta. Giornalista esperto di geopolitica, curatore di una rubrica quotidiana a Radio France Inter. Ha lavorato molti anni per Le Monde, è stato redattore capo di L’Expansion e Le Nouvel Observateur. È editorialista di La Repubblica, L’Express, Libération, Gazeta Wyborcza, Internazionale e l’Espresso.

Xiaolu Guoè una romanziera, saggista, critica culturale e regista londinese. Nel 2013 è stata nominata miglior giovane romanziera britannica dal Granta. Ha pubblicato 10 libri in Cina e in occidente. Fra i suoi romanzi Piccolo dizionario cinese-inglese per innamoratiVillage Of Stone e I Am China. Premiata regista, ha diretto diversi spettacoli e film documentari. Il suo film She, A Chinese ha ricevuto il Pardo d'oro al Locarno Film Festival nel 2009. Fra gli altri suoi film UFO In Her EyesOnce Upon A Time Proletarian e Late At Night, Voices of Ordinary Madness.