Addio a Amos Oz - Leggendo Metropolitano

Addio a Amos Oz

Addio a Amos Oz

Amos Oz è scomparso all'età di 79 anni dopo una lunga malattia, era stato nostro ospite nel 2012, nell'edizione "Il Tempo.com Presente".

Nato a Gerusalemme nel 1939, scrittore legato alla propria terra e alla sua storia ha ambientato più della metà dei suoi scritti in questa città e nelle zone circostanti. A 15 anni si ribella alla famiglia e lascia Gerusalemme per lavorare nel Kibbutz Hulda, dove rimane per trent’anni allontanandosene solo a priodi, per gli studi universitari e come riservista dell’esercito, quando partecipa alla Guerra dei Sei Giorni del 1967 e a quella del Yom Kippur dell’ottobre 1973. Nel 1986 lascia il Kibbutz per la cittadina di Arad, dove continua a scrivere e a insegnare Letteratura all’Università Ben Gurion del Negev, dove vive tuttora. Unanimemente riconosciuto come una delle voci più importanti della letteratura mondiale, è diventato una figura di primo piano del movimento israeliano per la pace.

Ha scritto libri per bambini, romanzi e saggi. È tradotto in più di trenta lingue. Tra i premi vinti per la sua opera, i più recenti sono il Premio Grinzane Cavour (2007), il premio Principe de Asturias de las Letras (2007), il Premio Primo Levi (2008), il Premio Heinrich Heine (2008) e il Premio Salone Internazionale del libro di Torino (2010). Della sua lunga e importante bibliografia sono numerose le traduzioni in lingua italiana, quasi tutte presso l’editore Feltrinelli : tra il 1992 e il 2011, Lo stesso mare,  Michael mioConoscere una donna,  La scatola neraFimaContro il fanatismo  e Il monte del cattivo consiglioedito nel 2011.

Gli ultimi articoli di Leggendo Metropolitano

#leggendom & AzzeroCo2

amici di leggendo

Palmarès

Palmarès

I libri di Leggendo

bauman De-Kerckhove Demetrio hoffmann

I Luoghi del Festival